jump to navigation

[Chiacchiere] Forse è solo una leggenda…ma è bello pensare che sia realtà. 22 dicembre 2007

Posted by LukePet in Chiacchiere, Comunicazioni, Curiosità, Testi.
Tags: , ,
trackback

Bene bene, il blog è tornato attivo…era abbastanza che non ci sentiva.

Ok, nei prossimi giorni cercherò di recuperare il vuoto dell’ultima settimana con qualche post speciale; visto che ci siamo, per incominciare, vi racconto una “favoletta”. Questa storia mi è stata narrata qualche giorno fa (da mio padre), non so se è vera…a quanto pare è una leggenda piuttosto famosa…resta comunque una bella storia…eccola:

Si chiamava Fleming ed era un povero contadino scozzese. Un giorno, mentre stava lavorando, sentì un grido d’aiuto venire da una palude vicina. Immediatamente lasciò i propri attrezzi e corse alla palude. Lì, bloccato fino alla cintola nella melma nerastra, c’era un ragazzino terrorizzato che urlava e cercava di liberarsi. Il fattore Fleming salvò il ragazzo da quella che avrebbe potuto essere una morte lenta e orribile. Il giorno dopo una bella carrozza attraversò i miseri campi dello scozzese; ne scese un gentiluomo elegantemente vestito che si presentò come il padre del ragazzo che Fleming aveva salvato: “Vorrei ripagarvi” gli disse il gentiluomo, “Avete salvato la vita di mio figlio”. “Non posso accettare un pagamento per quello che ho fatto” replicò il contadino scozzese rifiutando l’offerta. In quel momento il figlio del contadino si affacciò alla porta della loro casupola. “E’ vostro figlio?” chiese il gentiluomo. “Si” rispose il padre orgoglioso. “Vi propongo un patto: lasciate che provveda a dargli lo stesso livello di educazione che avrà mio figlio. Se il ragazzo somiglia al padre, non c’e dubbio che diventerà un uomo di cui entrambi saremo orgogliosi.” e così accadde. Il figlio del fattore Fleming frequentò le migliori scuole dell’epoca, si laureò presso la scuola medica dell’ospedale St.Mary di Londra e diventò celebre nel mondo come sir Alexander Fleming, lo scopritore della penicillina. Anni dopo, lo stesso figlio del gentiluomo che era stato salvato dalla palude si ammalò di polmonite. Questa volta fu la penicillina a salvare la sua vita. Il nome del gentiluomo era lord Randolph Churchill e quello di suo figlio sir Winston Churchill.

Bella no? Fa molto “Sliding-Doors”…ti fa riflettere sull’importanza delle casualità.

Commenti»

1. IlDruido - 23 dicembre 2007

Bella! Mi piace, e credo che me ne approprierò per qualcosa, non so ancora bene cosa.
Però è bello pensare che il bene (gratuito) che oggi facciamo, possa divenire un bene che ci ritorna un domani.
Credo che fare del bene non mi faccia sentire peggio, e quindi ne vale la pena. Se poi me ne tornerà qualcosa, bhè, è un bene, no?

:D

E bentornato Luke! Come è andato l’esame?

2. LukePet - 23 dicembre 2007

Lascia stare…lo scritto era + difficile del solito, credo proprio che dovrò ridarlo a Gennaio…sono ancora un pò depresso…che stress, quest’ultimo scoglio è più massiccio del previsto.

Non vedo l’ora di finirla questa “maledetta” Università!

Perlomeno ora posso rilassarmi un pò e dedicarmi al blog. :)

3. IlDruido - 23 dicembre 2007

Il relax… questa chimera… :D

E allora un gran Buon Natale, rilassante e sereno, gioco di anticipo che domani sarà un po’ una giornata campale.

E buone Mangiate, ovviamente! ;)


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: